home


OBBLIGHI FORMATIVI DI AGGIORNAMENTO IN SICUREZZA SUL LAVORO E HACCP
19-02-2016
 Caro Socio,


I costi della non sicurezza sono più elevati dei costi della sicurezza, per questo è sempre più urgente per le aziende verificare ed ottemperare alle prescrizioni normative in materia di sicurezza sul lavoro.

Come emerge dal rapporto annuale presentato dall'Ispettorato del lavoro, molte imprese sono ancora carenti sotto il profilo degli obblighi formativi e documentali indicati nel d.lgs. 81/2008.

Si evidenzia la mancanza della formazione prevista o comunque non aggiornata, la mancata conservazione delle attestazioni che comprovino l'avvenuta formazione, la mancata redazione e custodia sul luogo di lavoro del documento di valutazione dei rischi o comunque il mancato aggiornamento (l'autocertificazione è stata abrogata dal 31 maggio 2013), l'assenza della data certa prevista anche tramite firma dei componenti del servizio di prevenzione e protezione e la mancata nomina (eventuale) del medico competente.

Sia nel settore del terziario che nel settore del turismo un elevato numero di imprese non ha superato i controlli.

Le conseguenze negative per le aziende inadempienti sono molteplici: si registrano ancora molti incidenti sul lavoro e un aumento delle malattie professionali, ed elevate sanzioni che non si differenziano né per i settori né per le dimensioni aziendali.

Se guardiamo alla formazione come misura di sicurezza, la normativa ci chiede, a fronte di rischi lavorativi, l'adozione di misure di sicurezza che eliminino e riducano, nei limiti del tecnicamente fattibile, la loro entità o quella delle conseguenze del loro verificarsi. In questo senso la formazione sulla sicurezza è l'unica misura che può essere validamente opposta alle situazioni di rischio residuo.

Tutto ciò premesso, intendiamo ribadire la professionalità di Ascom Confcommercio, da sempre al fianco delle aziende nell'organizzazione e sviluppo della formazione prevista e della predisposizione documentale (DVRS), con il duplice obiettivo di tutelarle da possibili sanzioni per inadempienza, andando incontro anche alle loro esigenze di risparmio economico, senza per questo rinunciare alla qualità dei servizi offerti.

Rendere semplice ciò che semplice non è.

In quest'ottica, riteniamo opportuno ricordare che per moltissime aziende dei nostri settori si avvicina un'importante scadenza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, regolamentata dal d.lgs. 81/2008 e dall'Accordo Stato - Regioni del 21 dicembre 2011, che definisce le modalità di erogazione della formazione e di aggiornamento obbligatorio.


  

OBBLIGHI FORMATIVI DI AGGIORNAMENTO IN SICUREZZA SUL LAVORO E HACCP

- CORSO RSPP (Responsabile del servizio di prevenzione e protezione) datore di lavoro: obbligo di aggiornamento entro il 10 gennaio 2017 per tutti i datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti di RSPP, se hanno frequentato corsi antecedenti alla data dell'11 gennaio 2012 (6, 10 o 14 ore rispettivamente per il basso, medio o alto rischio).

- CORSO DEI LAVORATORI (dirigenti e preposti eventuali): obbligo di aggiornamento ogni 5 anni dalla data di effettuazione del corso (6 ore per tutte le classi di rischio).

- Corso RLS (Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza): aggiornamento periodico annuale per le imprese fino a 50 lavoratori (4 ore) e per le imprese oltre i 50 Lavoratori (8 ore). Benché attualmente il corso di aggiornamento RLS per le imprese che occupano fino a 15 lavoratori non sia obbligatorio, recenti disposizioni normative del Ministero del Lavoro, secondo cui la formazione dei rappresentanti deve essere periodicamente ripetuta in relazione all'evoluzione dei rischi o all'insorgenza di nuovi rischi, ne rendono comunque consigliabile l'aggiornamento.

 - Corso antincendio basso rischio: aggiornamento ogni 3 anni come da art. 37 d.lgs. 81/08 e D.M. 10 marzo 1998.

 - Corso antincendio medio rischio: aggiornamento ogni 3 anni di 5 ore (2 ore di teoria e 3 ore di esercitazione pratica).

 - Corso di primo soccorso: aggiornamento ogni 3 anni di 4 ore (intervento pratico).

 - Corso HACCP - modulo allergeni: entro ottobre 2016 obbligatorio per coloro che hanno effettuato il corso senza il modulo degli allergeni (2 ore).

 - Corso HACCP: aggiornamento ogni 5 anni (5 ore per titolari, responsabili, addetti produzione e preparazione, 3 ore per addetti senza preparazione).

 

Consigliamo a tutte le imprese di aggiornare la relativa formazione indipendentemente dalle scadenze normative. L'efficacia e l'efficienza della formazione acquistano sempre più importanza sia nei casi di infortunio sul lavoro, sia nei casi di verifica dell'organo di vigilanza.

Ascom Confcommercio supporta le imprese negli obblighi formativi, di aggiornamento e documentali (DVRS) indicati e resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento si rendesse necessario e per calendarizzare i corsi di aggiornamento di prossima scadenza, anche presso le sedi territoriali.

 Per informazioni contattare


Alessia Gatto                    010 5520242

Giorgia Carbone              010 5520211
http://

Ascom Confcommercio - Codice Fiscale 80017390107  -  Informativa sui cookie