home


LEGGE REGIONE LIGURIA 20/2015 “BANDO BOTTEGHE E NEGOZI UBICATE NELL’ENTROTERRA CHE EFFETTUINO VENDITA AL DETTAGLIO DI BENI ALIMENTARI E/O MISTA”
23-05-2016

n BENEFICIARI

Piccole imprese commerciali che esercitano la vendita al dettaglio esclusiva di beni alimentari ovvero mista effettuata in esercizi di vicinato.

 

n UBICAZIONE

Comuni non costieri della Regione Liguria (ved. elenco riportato sul retro).

 n INIZIATIVE AMMISSIBILI

A progetti d’investimento di importo compreso tra il minimo di euro 5.000,00 ed il massimo di euro 20.000,00 (nel caso l’iniziativa superi la soglia massima il contributo sarà comunque parametrato ad Euro 20.000,00); il progetto deve essere concluso entro 12 mesi dalla determinazione della concessione del contributo.

 n SPESE AMMISSIBILI

·         Interventi di carattere edilizio dove viene esercitata l’attività inclusi i vani tecnici ed i locali accessori;

·         Acquisto ed installazione di impianti, arredi ed attrezzature nuovi di fabbrica; acquisto ed installazione di software (e relative licenze d’uso); tecnologie innovative a supporto e nell’ambito del sistema di distribuzione tradizionale (siti internet ad esclusivo carattere conoscitivo/pubblicitario);

·         Acquisto merce.

Il progetto d’investimento deve riguardare almeno due delle tre voci citate.

Le modalità di pagamento ammesse sono: bonifico, Ri.Ba., assegno, Rid, carta di credito aziendale.

Non sono ammesse le spese fatturate da società nella cui compagine siano presenti soci o titolari dell’impresa beneficiaria o loro parenti; non sono altresì ammesse spese fatturate da società collegate o controllate.

Non sono ammesse spese concernenti siti internet relativi ad attività di e-commerce.

Non sono inoltre ammessi l’acquisto di beni usati, la permuta e la locazione finanziaria.

 n RETROATTIVITA’

Non sono ammesse iniziative già avviate prima del 7 gennaio 2016.

 n ENTITA’ DELL’ AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto pari al 40% dell’investimento ammissibile; tale percentuale viene incrementata nella seguente misura:

·         10% per interventi realizzati in Comuni la cui popolazione residente non sia superiore a 1.000 abitanti;

·         15% per interventi realizzati da impresa costituite da persone di età non superiore a 35 anni;

La presente agevolazione opera in regime “de minimis”: importo massimo concedibile nell’anno in corso e nei due precedenti pari ad euro 200.000,00.

Le agevolazioni non sono cumulabili con altra agevolazioni pubbliche relative agli stessi investimenti.

Il contributo verrà liquidato in unica soluzione a seguito della presentazione delle copie delle fatture, dell’indicazione delle modalità di pagamento utilizzati e della relazione finale di un tecnico abilitato (nel caso il progetto preveda interventi edili).

 n CRITERI DI VALUTAZIONE

I progetti ritenuti formalmente ammissibili verranno selezionati mediante la formazione di una graduatoria che terrà conto del numero degli esercizi di vendita al dettaglio di esclusivi prodotti alimentari presente nel Comune di riferimento, del numero di residenti del Comune di riferimento, dal soggetto richiedente se costituito da giovani oppure donne, ha infine rilevanza se l’attività esercitata è esclusivamente di commercio prodotti alimentari o mista.

 n OPERATIVITA’

Le domande possono essere inviate per via telematica oppure a mezzo raccomandata postale alle Camere di Commercio dal 1° luglio 2016 sino al 29 luglio 2016.

 Per informazioni gli uffici ASCOM-CONFCOMMERCIO sono a disposizione - ( 010 55201.

 

 

Allegati


http://

Ascom Confcommercio - Codice Fiscale 80017390107  -  Informativa sui cookie