home


Accordo territoriale in materia di tassazione agevolata al 10% sul valore dei premi di produttività ai dipendenti
30-11-2016
 Accordo territoriale in materia di tassazione agevolata al 10% sul valore dei premi di produttività ai dipendenti 

Mercoledì’ 30 novembre, presso la sede ASCOM-CONFCOMMERCIO di Genova è stato sottoscritto l’Accordo territoriale per la detassazione dei premi di produttività, della partecipazione agli utili e per i servizi di welfare  da parte di ASCOM-CONFCOMMERCIO congiuntamente a   Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL.

Come noto l’agenzia delle Entrate ha subordinato la concessione della agevolazione fiscale alla circostanza che il premio di produttività sia erogato in attuazione di accordi o contratti collettivi territoriali o aziendali.

L’imposta sostitutiva, chiaramente,  deve essere applicata dal datore di lavoro.

La volontà delle parti sociali è quella di favorire l’utilizzo degli istrumenti legislativi che possano incentivare la produttività e la competitività dell’azienda, la crescita professionale, il benessere sociale dei lavoratori e la loro condizione lavorativa, ma anche di promuovere concrete iniziative di welfare aziendale utili a definire dei servizi sociali alla persona integrativi di quelli pubblici e tali da rappresentare un’opportunità, per ogni singolo lavoratore, ad optare per la fruizione degli stessi, alternativamente all’erogazione monetaria dei premi legati alla produttività.

In attuazione della Legge di stabilità 2016 e del decreto interministeriale 25 marzo 2016 abbiamo definito con tale accordo territoriale i criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità  efficienza e innovazione richiesti dalla legge tra i quali spiccano: riduzione assenteismo mediante erogazione di premi presenza, riorganizzazione interna del personale finalizzata al recupero di produttività aziendale mediante impiego di interventi di flessibilità dell’orario, ivi compresa l’applicazione delle ipotesi di flessibilità introdotte dagli art. 125,126 e 127 del Contratto collettivo Terziario Confcommercio del 30 marzo 2015.

L’accordo è stato raggiunto proprio per permettere di assoggettare all’agevolazione fiscale le somme percepite dai dipendenti e correlate ad incrementi di produttività, qualità e redditività.

“L’obiettivo comune della tassazione agevolata consiste sia nell’incrementare la produttività del lavoro ma anche di accrescere il potere di acquisto delle famiglie – dichiara Oscar Cattaneo di ASCOM che non nasconde la grande soddisfazione di aver siglato l’accordo con le tre sigle sindacali in modo coeso a consolidamento delle relazioni sindacali a livello territoriale ”.

“quello del confronto e del dialogo sindacale  – sottolinea Alessandro CAVO vice presidente vicario di ASCOM è un metodo in cui crediamo fortemente finalizzato a portare un contributo concreto alle nostre imprese “

L’accordo permetterà, conclude Michele MONTANELLA vice presidente, di “erogare premi aziendali ai nostri dipendenti fino al limite di 2000 euro annui e che abbiano conseguito un reddito annuo lordo non superiore a euro 50.000,00; il suddetto limite di agevolazione fiscale può crescere fino a 2.500,00 euro qualora le aziende implementino sistemi e modalità concrete di coinvolgimento dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro”.

L’accordo verrà depositato telematicamente come prevede la normativa vigente esonerando, in tal modo, dal medesimo adempimento le imprese aderenti all’Ascom di Genova che ad esso si richiamano, fermo restando, per le imprese, l’obbligo di comunicare la conformità degli indicatori di misurazione del premio applicati, utilizzandolo esclusivamente la modalità telematica messa a disposizione nella sezione ”servizi” del sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali all’indirizzo www.lavoro.gov.it evidenziando all’atto della compilazione del modulo alla sez. 2 la tipologia di contratto “Territoriale”.
http://



Allegati
Ascom Confcommercio - Codice Fiscale 80017390107  -  Informativa sui cookie